sabato 28 giugno 2014

Mike Nichols - Il Laureato



Vi è mai capitato di sentire un film totalmente vostro, come se fosse stato scritto per voi? Un film che riesce a rappresentare in pieno il vostro stato d'animo? Un film che sentite il bisogno di rivedere più volte l'anno e che nonostante questo vi sembra sempre nuovo e sempre più bello? Tutto questo e molto di più è per me Il Laureato.
Non sono mai stata brava a fare classifiche ma da ormai parecchi anni lo considero il mio film preferito in assoluto. E a pensarlo non sono la sola dato che è considerato una pietra miliare del cinema ed inserito nella lista dei 100 migliori film di sempre.



La storia è quella di Benjamin Braddock, un giovanissimo Dustin Hoffman, che torna a casa dopo essersi laureato e cade in una totale apatia. Trascorre le sue giornate tra il letto e la piscina, schivando tutti quelli che si complimentano per il traguardo raggiunto e gli chiedono dei suoi progetti per il futuro. Le sue giornate prendono una piega diversa quando incontra la Signora Robinson che, senza alcun imbarazzo, gli propone una relazione sessuale. Inizialmente il giovane rifiuta pronunciando la famosissima frase "Signora Robinson lei sta cercando di sedurmi, non è così?".



Ma in seguito, comincerà ad incontrarsi regolarmente con la sensualissima signora Robinson fino a quando non conosce Elaine (la bellissima Katharine Ross), la figlia della donna, con la quale i genitori organizzano un incontro e che Ben accetta controvoglia. La serata, inizialmente un disastro, si rivelerà poi molto piacevole e i due giovani protagonisti cominceranno a frequentarsi. Fino a quando Elaine non scopre la relazione di Benjamin con la madre e decide di tornare all'università, dove cercherà di dimenticarlo frequentando Carl. Il protagonista tenta in tutti i modi di riconquistarla e quando scopre che Elaine sta per sposarsi, si precipita al matrimonio in una delle scene più famose della storia del cinema:


Il finale è spiazzante: i due si ritrovano insieme sull'autobus, inizialmente entusiasti, felici...ma nel giro di pochi istanti, forse consapevoli di tutto quello che hanno combinato, cambiano decisamente espressione: insicuri, spaventati e totalmente ignari del loro futuro. 


Una delle cose che resta più impressa del film è sicuramente la famosissima colonna sonora curata totalmente da Simon & Garfunkel, con alcuni dei pezzi che hanno fatto storia: Mrs. Robinson, The Sound Of Silence. Ma anche la cura dei particolari e della fotografia rende questo film unico. La stessa auto utilizzata da Ben, l'Alfa Romeo Duetto, è diventata un cult.




Quando questo film uscì nel 1967, mia madre era nata da pochi anni, io non ero ancora minimamente nei suoi pensieri, la concezione di scandalo e pudore erano totalmente diversi e questa storia, anche se raccontata senza alcuna volgarità rispetto agli standard a cui siamo abituati oggi, destò molto scalpore. Nonostante questo e nonostante siano passati ormai parecchi anni dalla sua uscita, questo film risulta attualissimo, non tanto per la storia d'amore raccontata, quanto per la sottile critica alla società e all'ironia con la quale si raccontano le vite piene di consumismo e apparenza delle famiglie del ceto medio borghese negli anni 60, non poi tanto differenti da quelle di oggi. Insomma un film imperdibile, un vero cult, un piccolo capolavoro che fa guardare con malinconia al cinema di un tempo.



Voto: 10
Frase Cult: "Che cosa fai Ben lì?'
                    "Vado alla deriva...qui in piscina"

9 commenti:

  1. grandissimo film.
    anche se io personalmente avrei scritturato un altro protagonista, visto che dustin hoffman non lo reggo... :)

    RispondiElimina
  2. grandissimo film!
    anche se io avrei scritturato un altro protagonista, visto che dustin hoffman non rientra esattamente tra i miei attori preferiti... :)

    RispondiElimina
  3. Io non ero ancora nato all'epoca del film (sono del 1972) ma sono cresciuto con 'The sound of silence' e S&G... un po' come tutti quelli della mia generazione. Ogni tanto non posso fare a meno di rivederlo, emblema di una Hollywood che aveva ancora il coraggio di sperimentare e produrre anche film 'scomodi' e 'coraggiosi'. Un vero cult.

    RispondiElimina
  4. Meraviglioso, non riesco ad assegnargli altri aggettivi!!!

    RispondiElimina
  5. bellissimo questo film, è uno dei miei preferiti :)

    RispondiElimina
  6. Uno dei miei film preferiti, è un capolavoro assoluto. Dustin Hoffman e la bellissima Katharine Ross sono il simbolo di una generazione, eccezionali poi l'interpretazione della grandissima Anne Bancroft e le canzoni di Simon e Garfunkel; è un bellissimo post per un film meraviglioso. :)

    RispondiElimina
  7. Bel film,da rivedere di certo!

    RispondiElimina
  8. Un film epocale, dove niente e fuori posto e tutto suona abbinato con il gusto del periodo... e poi, che colonna sonora!

    RispondiElimina
  9. La cosa peggiore è che nel momento il loro volto potrebbe diventare terrorizzato, il film finisce.
    E' magnifico!

    RispondiElimina