giovedì 28 agosto 2014

Di Venezia 71 e delle ultime novità...

Le vacanze sono finite... purtroppo, l'estate invece sembra appena iniziata dato il clima degli ultimi giorni.
Se da una parte questo vuol dire la riaperta delle sale cinematografiche con la conseguente uscita di film finalmente decenti (Mud ed Under The Skin tra tutti...), eventi come il Festival del Cinema di Venezia e le premiazioni come gli Emmys, dall'altra le mie ultime giornate sono state un susseguirsi di studio, film e scatoloni. Di giorno studio, di notte tra un film ed una puntata di una serie tv sono impegnata con il trasloco in una nuova casa dove qualcosa di buono sembra già esserci: la mia coinquilina (che ancora non conosco...) ha riempito casa di poster di film come "Il Disprezzo" di Godard, "Nuovo Cinema Paradiso" di Tornatore...io ho contribuito alla collezione aggiungendo Somewhere della Coppola,  Midnight in Paris di Allen e Grand Budapest Hotel del buon e caro Wes. Direi che siamo già ad un buon punto e che la convivenza sarà già più piacevole, no? 

Il lato negativo di queste novità è che mi impediscono di essere a Venezia e di godermi i film e i red carpet di questa edizione che sembra già essere partita alla grande. Da ciò che leggo ci sono pareri discordanti sul nuovo film di quel matto di Kim Ki Duk, One to One, che dopo aver vinto il Leone d'Oro con Pietà, torna al lido con una pellicola piena di violenza ma anche di critica verso il suo paese, la Corea del sud. Dopo aver apprezzato Arirang, Pietà e Moebius, inutile dire che aspetto con ansia di trovarlo al cinema. Voi lo avete già visto?



Sembra essere già un successo il nuovo film di Alejandro Gonzales Inarritu, Birdman, film di apertura di questa 71esima edizione che ha portato al lido Michael Keaton, Emma Stone, Edward Norton ed Alexandre Desplat. I critici americani parlano già di una sicura nomination agli Oscar per l'interpretazione dell'ex Batman Keaton che al festival si è mostrato schivo e agitato. Forse proprio per il continuo paragone con il protagonista del film, un attore in pensione che tenta di recuperare il successo.
Già segnato in agenda, in attesa di una data di uscita italiana.



Nei prossimi giorni Venezia sarà invasa da grandi attori internazionali come Al Pacino, James Franco, Andrew Garfield, Willem Dafoe, gli italianissimi Elio Germano, Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea ma anche e soprattutto grandi pellicole. Quelle che attendo di più? Pasolini di Albel Ferrara, 99 Homes di Ramin Bahrani, Il giovane favoloso di Mario Martone ed Hungry Hearts di Saverio Costanzo. 


E gli Emmys? La vecchia che è in me non è riuscita a reggere la nottata e ho atteso il giorno seguente per "godermi" la premiazione. Forse non proprio "godermi" dati gli imbarazzanti commenti e traduzioni di Gene Gnocchi e Joe Violanti. Per quanto riguarda i premi, non sono affatto sorpresa dal successo di Breaking Bad, il mio adorato Bryan Cranston merita questo e molto di più. Sono rimasta, invece, perplessa dal totale fallimento di Orange is The New Black, un delle serie migliori nel panorama televisivo attuale. A secco anche Game of Thrones e l'acclamatissimo True Detective che sembrava dover stravincere. Il mio cuore però desiderava un premio per il mio mito, Lena Dunham, in versione super meringa rosa ma comunque adorabile, e il suo GIRLS. Peccato.



Ora torno al mio maledetto studio o forse dai miei STRAmaledetti scatoloni. Un consiglio per il futuro? Non traslocate...MAI.

4 commenti:

  1. Lena un mito!!!!!!!! :)
    Buona fortuna con il trasloco!!!

    http://almostinsiders.wordpress.com/

    RispondiElimina
  2. Una coinquilina con quei poster in camera bisogna tenersela stretta! ;)
    Io sto partendo per Venezia... non credo che avrò tempo per recensire i film in diretta, però qualche 'pillola' sulle mie pagine facebook la posterò: se vuoi seguimi pure! (vedi sotto)

    Buon trasloco e buona 'convivenza' allora!

    Sauro/Kelvin

    https://www.facebook.com/pages/Solaris/176058499192723?ref=hl
    https://www.facebook.com/sauro.scarpelli

    RispondiElimina
  3. La coinquilina promette bene...sono anni che cerco di andare a Venezia porca miseria, ma tra bacarospi e lavoro faccio fatica ad organizzare il tutto...

    RispondiElimina
  4. Birdman: è il film su cui punto tutto.

    RispondiElimina